06 giugno 2009

Il Calendario di Pinta

Per la serie "comincio 100 cose e non ne finisco una", ho cominciato il Calendario di Pinta: Vi avverto che ci saranno libere interpretazioni sui colori.
Non ho ancora deciso se scrivere i nomi dei mesi, mi sa di no.
Ho cominciato da febbraio perche' faro' un unico telo con gruppi di 3 mesi per riga, e ovviamente febbraio era in mezzo alla prima riga e mi faceva comodo per le misure, poi sto facendo marzo e poi faro' gennaio. Dalla riga successiva comincio da giugno e poi a ritroso maggio e aprile, cosi' andando da destra a sinistra non stropiccio troppo i mesi gia' fatti. Sono furbissima.

Mi piace proprio, pero' una preghiera per Pinta: per favore cerca di mantenere piu' o meno misure simili per tutti i mesi.... !!

E un consiglio, please: quanto e' comodo il telaietto tondo? si rovinano i punti se parte del lavoro va a finire tra i due cerchi??

Buon week end !

4 commenti:

bricolo-chic ha detto...

umhhhhh lavoro impegnativo... saranno pronte prima queste casette o la nuova villa in campagna?

verderame ha detto...

bellissima idea il pannello calendario, seguirò i rogressi.
Le crocette già fatte non si rovinano nel cerchio del elaio se lo ricopri con una striscia do cptone, ciao Marina

wonder perlina ha detto...

che fatica! pure il calendario. Io mi sono fermata con il punto croce, adesso ho troppe pulizie da fare. brava

Tilly ha detto...

io parto da un concetto.. il lavoro è lavoro, ovvero c'è un orario, c'è chi timbra il cartellino e chi no, comunque devi avere un certo rendimento..
il piacere e lo svago sono un'altra cosa.. dove DEVE vigere la più assoluta libertà: di rendimento, di scelta di fare maggio prima di gennaio, di cominciare dieci progetti tutti insieme, di tutto insomma!!