22 maggio 2009

Non ho piu' scuse

Adesso che la frenesia della competition e' passata, ringrazio chi mi ha votato per solidarieta' familiare diretta e indiretta.

Pero' non ci sono piu' scuse: devo finire il cuscino con le farfalle. Me ne mancano 3 e poi si passa alla confezione. La parte tremenda con la quale rischio di rovinare tutto.

Oggi sono stata in un bel posto ai confini di Roma, una gita in una tenuta privata di 6,000 ettari. Incantevole l'atmosfera che si respira li', e' come una bolla di sapone in mezzo al caos. Non lo sapevo che per mettere un anellino alla zampa di un uccello migratore, bisogna studiare 5 anni dopo la laurea, si comincia a lavorare alle 4.30 di mattina, ogni due ore si vanno a prendere gli uccellini dalle reti, si misurano da tutte le parti e si trascrive il tutto su un blocco, rigorosamente a mano e con la matita, e poi si lasciano volare via. Ogni 1,000 uccellini, se ne puo' trovare uno che ha un anellino, ed e' gran festa.

Se non fosse per quei rompiscatole di visitatori, a cui ti tocca mostrare tutta l'operazione dell'inanellamento, sarebbe un bel lavoro. Deve essere veramente triste sentire il turista volpino che vedendoti lasciar volare via l'uccellino, esclama: "ma era un uccello vero !!??!"
Se fossi stata io, l'avrei cacciato a pedate.

2 commenti:

Tilly ha detto...

intanto complimenti per il lavoro del concorso.. poi forza forza!! per il cuscino e.. che dire del turista.. ma.. quello è un uomo o un pirla???

Scarabocchio ha detto...

è veroooo, il cuscino con le farfalle... da quaaanto tempo!!!

Potresti omaggiare il turista cretino,
ricamando sul tuo bel cuscino
qui e lì anche qualche uccellino!!!

^-^