05 ottobre 2008

Becco di cigno

Si vede che sono un'incompetente. Per fortuna c'e' chi ne sa di piu'. Cercavo le forbici "a becco di cigno" e Bricolo-chic mi insegna che si chiamano "a becco di cicogna", ma che ne so io se nessuno me lo dice?
Non solo, ma me le ha anche regalate !
Non poteva sopportare l'idea che il suo prezioso Trovaforbici fosse attaccato a quelle spade incrociate che usavo io.
Quindi eccoli qua, degni compagni nella mia borsetta degli attrezzi.
Si usa cosi': le forbicine dentro il cesto da ricamo, e il trovaforbici che pende fuori dal cesto. Quando servono le forbicine, si prende il cuscinetto e voila', saltano fuori le forbici e non serve piu' rovistare tanto.
Funziona anche nel kit da lavoro portatile che uso per le trasferte.
PS: che sia chiaro, non ho alcuna intenzione di mettermi a ricamare, quelle poche volte che ho provato, ho rischiato l'esaurimento. Tanto il becco di cicogna va bene anche per la lana.

1 commento:

EMME ha detto...

Io ho risolto con un "cignolino" porta cellulare: al moschettone ci lego le forbici e voilà sempre a portata di mano (evisto che uso le forbicine della chicco dismesse è perfetto)... però mi piacerebbe un trovaforbici così.. un'abbraccio M.